Special Project # 10, Elena Bellantoni - Mariana Ferratto, Tutorial Sirtaki, February - May 2017

Project

Arshake_manifesto3

ARSHAKE reinventing technology

ArShake è una bottega virtuale – attiva tanto nel spazio liquido quanto in quello reale che si occupa, in chiave tanto pratica quanto teorica, di ‘tecnologia’ nel suo intrecciarsi con l’arte e nel più ampio contesto della cultura e della società contemporanea. ArShake funge da ponte tra molte cose: istituzioni e underground, passato e futuro, informazione e produzione, analogico e digitale, tradizione e innovazione, ricerca e trend. Tutto si ricompone in un grande mosaico ipertestuale transdisciplinare in continua crescita ed evoluzione. La tecnologia è qui decostruita, riletta nella storia e reinventata in chiave umanista. Attraverso una formula snella, intende offrire una risorsa e un campo di sperimentazione vive e attuali che mutino con il mutare dei linguaggi. Tutto è adattato alla situazione del momento, nel contenuto e nella forma, in termini tecnici – per quanto riguarda la gestione del sito, nell’utilizzo dei social networks, e nel diverso modo con cui si disloca tra spazio fisico e virtuale.
Strumento privilegiato di questo percorso è il racconto e il vissuto dell’arte, nel suo incontro con le discipline più varie- come architettura, design, fashion e suono, ma anche matematica, fisica e filosofia. L’arte, come strumento empatico, affonda le radici nella tecnologia in un viaggio che, a ritroso, indaga le sue origini e il suo significato nel mondo. L’acquisizione graduale di una consapevolezza di cosa sia la tecnologia e della sua storia apre a numerose e variegate possibilità di controllare e ‘reinventarla’ in chiave moderna.
L’ossessione per i collegamenti ipertestuali, per la contaminazione tra linguaggi e per l’incrocio tra gusto estetico e interesse sociale sono l’hummus che Arshake predispone per la nascita di questo nuovo ecosistema che si espande dentro e fuori lo schermo. Le sue radici affondano tanto nel mondo istituzionale quanto in quello underground. Fattore di sviluppo e punto di riferimento per l’evolversi di questo ecosistema è il motto di Bruno Munari: “ Da cosa nasce cosa”. Produrre conoscenza genera creatività che, in cambio, genera nuova conoscenza, e così via dicendo. Da questo angolo del ‘giardino planetario’ parte così una nuova avventura che trova radici in Italia per viaggiare in tutto il mondo, virtualmente e fisicamente, portare fuori il meglio della creatività italiana e ospitare e interagire con talenti internazionali.

STRUTTURA

Costituendosi prima di tutto come sito (inglese-italiano), e attivo nei social networks, ArShake opera tra lo spazio fisico e quello virtuale, e apre a collaborazioni multidisciplinari per destinarsi ad un pubblico vasto, non necessariamente di settore. Questo comporta una decodificazione di contenuti complessi in chiavi di lettura molteplici che prediligano l’immagine come primo strato da attraversare per raggiungere informazioni sempre più approfondite.
FOCUS
Focus è lo spazio dove Arshake riflette sulla tecnologia nel più ampio contesto culturale, antropologico e sociale, attraverso l’analisi di mostre ed eventi, conversazioni con artisti, interviste con specialisti provenienti da discipline diverse, analisi di progetti e molto di più.
FROM THE PAST
From the past propone eventi o protagonisti significativi del passato che aiutino a comprendere meglio il presente. Questo scorcio sul passato ha la funzione di snap shot per ricomporre un mosaico in continua evoluzione di frammenti che collegano le esperienze avanguardistiche con quelle presenti e futuribili.
SPECIAL PROJECT
Il banner di Arshake ospita, a cadenza bimestrale, un progetto speciale realizzato da artisti italiani e internazionali, selezionati su invito e attraverso bandi di concorso. In linea con lo spirito di ArShake, il progetto speciale intende stimolare una sperimentazione incrociata dei linguaggi. Con questo in mente, anche street artists, pittori, fashion designers, e creativi provenienti da una diversità di discipline e background sono invitati ad esprimersi sul sito, a volte servendosene come strumento nuovo per estendere il loro percorso di ricerca.
L’opera può esistere unicamente nel banner, può fungere da veicolo pubblicitario di un progetto nello spazio fisico, o in quello virtuale come sito a sé stante. Il progetto speciale, assieme ai contenuti di Arshake, costituisce un vero e proprio ecosistema, dove l’interazione tra informazione, immagine, design e creatività genera situazioni sempre nuove e in continua evoluzione.
CRITICAL GROUNDS
Critical Grounds, il progetto editoriale di Arshake curato da Christian Caliandro e Antonello Tolve, nasce dal desiderio di mettere in rete libri di pregio e di grande interesse culturale in formato elettronico open source. È, difatti, uno scaffale che, assieme alla ripubblicazione di saggi irreperibili o dimenticati, diffonde le voci della scena critica internazionale per offrire, ad ampio raggio, uno sguardo sul panorama culturologico contemporaneo. Accanto a questo programma Critical Grounds propone, inoltre, libri d’artista, nuovi autori e nuove voci della narrativa per condividere con i suoi autori e i suoi lettori un’ampia scelta di ipotesi, di orientamenti, di disegni sull’area creativa del prossimo futuro.
LINK/WEBLIOGRAFIA
Una webliografia ragionata aggiorna ricercatori, curiosi ed esperti su piattaforme e realtà underground così come su istituzioni che hanno dedicato uno spazio privilegiato a queste tematiche. Ogni voce è correlata di una piccola introduzione alla mission della realtà in questione seguita da sito.
VIDEO POST
Dedicata ad una giocosa ma attenta selezione di video, video post è una delle componenti visive di Arshake dove trovare brevi filmati dove i contenuti trattano tematiche nuove o supportano contenuti già trattati sul sito.
FRAME
Frame è una delle componenti visive di Arshake , assieme allo special project e ai video-post. La proposizione periodica di immagini, catturate dal web o realizzate ad hoc per il sito, offre spunti visivi che possano funzionare da esercizio ipertestuale, illustrare alcuni leit-motiv dei contenuti e dello spirito di Arshake, riprendere alcuni argomenti trattati o anticipare futuri approfondimenti, come esempio di progetti a cui le immagini fanno riferimento. L’archiviazione di questo materiale sul sito diventa un racconto illustrato che assumerà ruoli diversi nella futura elaborazione di un meta-racconto.
MANIFESTO
Le parole di questo lavoro di lettering di Cristian Rizzuti sono estrapolate dal manifesto di ArShake e ridotte in tags, dove la grandezza è dettata dalla frequenza con cui è ripetuta la parola nel testo, per offrire una sintesi visiva alle numerose sfaccettature dello spirito di ArShake.