Special project # 11, The Legacy of Allan Kaprow by Pasquale Polidori

The legacy of Allan Kaprow – Blog

Questa è la pagina blog di The Legacy of Allan Kaprow, happening elettronico di un progetto itinerante ideato nel 2016 da Paquale Polidori () nell’ambito del corso di Tecniche Extramediali all’Accademia di Frosinone, operazione collaborativa che ha coinvolto studenti e artisti provenienti da tutta Italia. Il progetto è stato concepito nell’occasione di un doppio anniversario: sessant’anni dalla morte di Jackson Pollock e dieci da quella di Allan Kaprow, artista visionario autore del termine happening e pioniere dell’arte partecipativa. Il progetto è stato presentato in diverse sedi, il che significa che ha attraversato diverse fasi della sua vita partecipativa: all’Accademia di Belle Arti di Frosinone (2016), negli spazi della storica galleria di AOCF58 (Roma, 2017), e ora sul banner di Arshake dove è arricchito di nuovi contributi che potrete trovare raccolti su questa pagina dall’11 settembre, man mano che verranno aggiunti al sito. Vi preghiamo di visitare qui la pagina del progetto per saperne di più e per leggere il testo di Pasquale Polidori.

 

L’artista multimediale Chiara Passa, autrice del lavoro Fourth Dimension Banner, special project #2 del banner di Arshake, ha contribuito al progetto The Legacy of Allan Kaprow, rimandando la parola ‘pittura’ ad una citazione di Xu Bing sulla calligrafia.

Rita Mandolini ha partecipato a The Legacy of Allan Kaprow con sette nuovi contributi che, sul sito trovate navigando all’interno di parole e sintagmi acqua ( Ostia, 2017); incidente (Trappola, 2013); cose quotidiane (Timer, 2014); pittura (Orpello, 2017), materia (Visita, 2015); sedia (Sedia, 2015); strada (Elemento a sorpresa, 2015).

Fabio Pistillo ha contribuito a The Legacy of Allan Kaprow con i suoi nuovi ‘orizzonti pittorici’ associati alla parola ‘spazio’ (Senza titolo [paesaggio], 2017)

La sound designer Luana Lunetta ha contribuito a The Legacy of Allan Kaprow, con una composizione acusmatica realizzata con tecnologia Ambisonics (Incidenti, 2017) associata alla parola ‘incidenti’.

La ricercatrice e curatrice Chiara Trivelli ha contribuito a The Legacy of Allan Kaprow per la parola ‘corpo’ con fotografie scattate durante Bodies in Urban Space a Milano, una di una serie di performance di Willi Dorner (fondatore della Compagnia Dorner), dove un gruppo di ballerini (selezionati) sono diretti in coreografie urbane che coinvolgono i passanti in una sorta di happening di strada.

L’artista Ugo Piccioni arricchisce i contenuti della parola ‘sogno’ con il video derivato dalla performance Dance with Life eseguita in Estonia, nella piazza della Libertà di Tallin, nell’ambito della seconda edizione dellla Tallin Art Week, un lavoro pensato come site-specific e in relazione alla storia dell’Estonia che nel web si libera a significati universali relativi alla fragilità dell’uomo.

… to be continued…


Guardate e navigate The Legacy of Allan Kaprow di Pasquale Polidori online sul banner di Arshake